DistributoriallaSpina.it: inquino meno, risparmio di più

Home

Le aziende si presentano

Sezione dedicata alle aziende che vogliono presentare le proprie realtà a chi intende aprire un punto vendita di prodotti alla spina

leggi di più

Prodotti in prova

Testiamo i campioni ricevuti dalle aziende e recensiamo i prodotti. Utile spazio dedicato al consumatore e consigli per le aziende.

leggi di più

DistributoriallaSpina.it: detersivi, acqua, vino, latte, cereali e pet-food alla spina

Per ridurre i rifiuti, in Piemonte, arriva il vino DOC alla spina nel supermercato

Per ridurre i rifiuti, il Piemonte, dopo la vendita nei supermercati del detersivo alla spina, lancia ora il vino doc alla spina. La bottiglia si acquista la prima volta e poi si riporta al punto di vendita per il riutilizzo. L’iniziativa è della Regione Piemonte, che punta all’obiettivo di salvaguardare l’ambiente. Ma il risultato sarà anche quello di un possibile risparmio per i consumatori. Il progetto prevede l’installazione di erogatori di vini doc nei supermercati e negli ipermercati piemontesi delle catene Carrefour, Conad e Panorama. Oggi è stato aperto un erogatore nel punto di vendita Panorama di Settimo Torinese.
“Gli imballaggi in vetro, come le bottiglie - sottolinea l’assessore regionale al Commercio Luigi Ricca - rappresentano il 9% dei rifiuti urbani prodotti in un anno in Piemonte. Nonostante siano facilmente e totalmente riciclabili, rappresentano ancora il 5% del rifiuto indifferenziato smaltito in discarica. E, da indagini di mercato, risulta che, più del 50% del vino venduto ogni anno in Italia, è venduto nella grande distribuzione organizzata. Con questo progetto, la Regione offriremo ai cittadini la possibilità di fare acquisti ambientalmente più sostenibili”.
L’erogatore funziona solo con le bottiglie fornite dal sistema, che si acquistano per un euro. Riconoscendole, la macchina eroga l’esatta quantità di vino prevista. L’etichetta, emessa automaticamente, servirà anche per il pagamento alla cassa.
ANSA
 

Detersivi sfusi, due nuovi punti a Pomezia e Ciampino

La GDO si arricchisce di due nuovi punti per l’erogazione di detersivi alla spina a Pomezia e Ciampino. A essere coinvolti i supermercati Europlanet in via J.F.Kennedy 84 a Ciampino e in via dei Castelli Romani 12 di Pomezia dove sono in vendita quattro tipi di detersivi con tensioattivi di origine vegetale: piatti, ammorbidente, lana-delicati e detergente per il bucato.

Ecologos che gestisce la diffusione dei punti di erogazione di detersivi alla spina spiega in un comunicato stampa:

Ogni volta che si acquista un flacone di detersivo infatti, si acquista un futuro rifiuto. Basti pensare che un flacone di plastica dal peso di 60 gr richiede per la sua produzione il corrispettivo di energia di 25 lampadine ad incandescenza da 100W accese contemporaneamente per un’ora, di 2 vasche da bagno piene di acqua e comporta l’emissione di CO2 prodotta dal consumo di un’auto di media cilindrata nel percorso di 1 km; è presto contabilizzato quanto, anche con un piccolo gesto, è possibile risparmiare. Il sistema attivato in varie località laziali consente ai cittadini di abbattere questi consumi diminuendo, inoltre, in maniera drastica il volume dei rifiuti direttamente alla fonte.

 

550mila bottiglie di plastica risparmiate in Piemonte grazie ai detersivi alla spina

La regione Piemonte è una di quelle che per prima hanno adottato in Italia un sistema di distribuzione di detersivi alla spina: è dal 2006 che il Piemonte promuove la distribuzione dei detersivi sul territorio attraverso le grandi catene di supermercati. La Regione promuove ed incentiva l’uso anche tra i cittadini e monitora costantemente il progetto.
Tra i vari dati relativi alla distribuzione dei detersivi alla spina, ve ne è uno davvero significativo: il progetto ha permesso di risparmiare circa 550 mila bottiglie di plastica in 3 anni, perché le bottiglie di plastica non sono soltanto quelle dell’acqua che beviamo.
Il numero di bottiglie di plastica risparmiate equivale a più di 33 tonnellate di plastica e ad un risparmio di emissioni in atmosfera di 92,2 tonnellate di CO2. Un ottimo risultato considerato che i distributori di detersivo in Piemonte sono 45: speriamo che il numero delle bottiglie di plastica risparmiate possa aumentare grazie al contributo dei cittadini.
ecoblog.it, 18 Gennaio 2010
 

Potenza, ecco il market aperto 24 ore su 24

È arrivato, per la prima volta in Basilicata, un nuovo modo di fare la spesa. Si chiama «24 su 24»: è un «automatic free shop», un supermercato completamente automatizzato, senza personale, con distributori che erogano prodotti giorno e notte, sette giorni alla settimana, compreso i festivi. Questo self market si trova in viale Marconi 44, a ridosso della questura di Potenza. Mancano pochi dettagli all’apertura di un locale che «rivoluzionerà » tempi e modalità di acquisto dei potentini.

Il punto vendita, come dicevamo, resterà sempre aperto (24 ore su 24 e 7 giorni su 7) ed è completamente robotizzato: qui, finalmente, sarà possibile trovare tutto quello che si vuole, quando si vuole. A qualsiasi ora del giorno e della notte si potranno acquistare beni di prima necessità, prodotti «food» e «non food», tramite un sistema molto semplice: basta inserire nei distributori il denaro necessario per prendere il prodotto che si vuole. Non servono per forza gli spiccioli: questi erogatori dell’ultima generazione, gestiti da un computer, sono in grado di dare anche il resto. Se, per esempio, l’acquirente ha dieci euro e vuole una merendina da tre euro, può inserire la carta-moneta e riceve il relativo resto. I distributori automatici sono estremamente affidabili e sicuri, protetti da una struttura modulare anti sfondamento. E non richiedono personale addetto, ma soltanto un'ora di intervento al giorno per rifornimento e ritiro dell'incasso.

L’idea del self market (che è un marchio in franchising e quindi è destinato a «replicarsi» sul territorio) è di Rocchino Polosa e Sergio Pizzichillo che hanno creato una società ad hoc, la «24 su 24». Dopo aver completato un percorso burocratico non semplice, anche perché legato a un progetto inedito, privo di riferimenti normativi, Polosa e Pizzichillo sono in procinto di aprire l’attività. «Mancano solo pochi dettagli tecnici - assicurano - e saremo pronti prima delle festività natalizie». Ma quando nasce il progetto di aprire un self market? «Spesso - sottolineano Polosa e Pizzichillo - con le nostre famiglie ci troviamo a dover fare i conti con gli orari. Quante volte non si è riusciti a fare la spesa perché magari si è lavorato fino a tardi, quando i negozi chiudono? E che dire della difficoltà di trovare una bottiglia di latte o altri prodotti non alimentari la domenica sera?». L’esperienza personale, insomma, li ha ispirati. Nel loro «automatic free shop» si troverà di tutto: dagli alimenti freschi e surgelati a prodotti parafarmaceutici (contenitori per urine, assorbenti) e per la casa. Novità assoluta sarà un distributore di destersivo alla spina. I prezzi? Concorrenziali, assicurano Pizzichillo e Polosa.
 
 
Massimo Brancati - La Gazzetta del Mezzogiorno, 28 Novembre 2009
 

Fare la spesa "alla spina" in Piemonte

Eco dalle Città pubblica una guida per fare la spesa in Piemonte riducendo gli imballaggi. Gli elenchi con i punti vendita dov'è possibile acquistare prodotti alla spina: detersivi, latte, acqua e altri prodotti sfusi. E in occasione della Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti l'inaugurazione di un nuovo Punto Acqua Smat a Rivoli e di un dispenser di vino sfuso a Burolo (Torino)

Negli ultimi anni in Piemonte sono aumentate le iniziative e i punti vendita dov'è possibile acquistare prodotti sfusi o “alla spina”. Le iniziative hanno riguardato principalmente i detersivi, (per esempio il progetto dei detersivi alla spina della Regione), il latte (varie aziende agricole e Coldiretti) e l'acqua (punti Smat). Esistono anche altri punti vendita dov'è possibile trovare altri generi alimentari sfusi (esempio negozi Ecopoint Crai e il “negozio leggero” a Torino).

Nel mese di novembre 2009 la Regione Piemonte ha avviato il progetto “Come in Cantina” per la vendita di vino piemontese DOC sfuso sfuso con bottiglie riutilizzabili nella grande distribuzione (per ora a Crescentino e Vercelli). In occasione della Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti, il 24 novembre 2009 c'è stata l'inaugurazione, presso l’ipermercato Carrefour di Burolo, della terza macchina automatica per la vendita di vino sfuso. Sempre nell'ambito della Settimana ci sarà venerdì 27 novembre 2009 alle ore 16:00 l'inagurazione di un nuovo "Punto Acqua Smat" a Rivoli in Piazza Aldo Moro.

 

Giuseppe Iasparra - Eco dalle città, 25 Novembre 2009

 

Carugate (MI): Euroverdebio si rinnova per una spesa ecologica dalla A alla Z

Investe nel bio il grande centro commerciale dedicato al garden e ai prodotti naturali: nei nuovi locali, un assortimento più ampio, con oltre 2500 articoli, alimenti per intolleranti, un fornito reparto cosmesi ed erboristeria, detersivi alla spina.
Quasi raddoppia la sua superficie e diventa il più grande assortimento di prodotti biologici e per intolleranti a nord di Milano: Euroverdebio, noto punto vendita di prodotti naturali, dal giardinaggio, agli alimentari all’arredamento della zona commerciale di Carugate (zona Ikea), amplia il proprio reparto biologico, da 250 a 450 metri quadrati.
L’inaugurazione del negozio ristrutturato è in programma sabato 6 e domenica 7 febbraio, a partire dalle 9.30: la clientela potrà fare una spesa 100 per 100 bio, scegliendo tra una grande varietà di prodotti: dagli alimentari confezionati all’ortrofrutta, dai salumi ai prodotti cosmetici e per l’igiene della persona e della casa.
Così, in questa struttura commerciale di oltre 2000 metri quadrati, in cui piante, fiori, cibo biologico, si assemblano in armonia insieme a sale ricreative per convegni e ristorante, una clientela sempre più attenta al proprio benessere, alla salvaguardia dell’ambiente e alla qualità dei prodotti potrà trovare un assortimento completo e garantito.
“Da quando siamo nati, nel 2002,– spiega il direttore di Euroverdebio Giorgio Spreafico – la nostra clientela ha dimostrato un interesse via via crescente per il biologico. Non solo chi è intollerante e deve avvicinarsi per necessità a certi tipi di alimenti o chi è mosso da precisi ideali di rispetto ambientale. Sempre di più, chi sceglie bio, lo fa perché ne riconosce la bontà e la qualità e magari è appassionato di gastronomia di un certo livello”.
Euroverdebio ha scelto così di investire nel biologico, aderendo a Cuorebio (evoluzione di B’io), una rete che oggi associa in Italia 250 negozi specializzati, fornendo loro strumenti e consulenze e permettendo di valorizzare il territorio.
Fiore all’occhiello del punto vendita rinnovato è il banco salumeria, con specialità di ogni genere come carni, salumi, una grande scelta di formaggi e di pane, disponibile fresco anche alla domenica. Frutta, verdura e una curata selezione di vini completano l’offerta. Non manca un fornito reparto con gamme complete di detergenti, creme, olii essenziali, integratori e prodotti di erboristeria, nonché di detersivi ecologici a basso impatto ambientale. L’invito a ridurre il consumo di plastica qui si concretizza attraverso la vendita di detersivi sfusi e prodotti secchi sfusi, distribuiti da appositi dispenser.
E per chi non ha la possibilità di spostarsi o preferisce ricevere la spesa bio direttamente a casa propria, il nuovo Euroverdebio rinnova il proprio servizio di spesa a domicilio. Lo stretto legame con il territorio inoltre si rafforza grazie alla fornitura di prodotti bio ad alcuni reparti ospedalieri e mense scolastiche.
Per festeggiare i nuovi locali, sabato 6 e domenica febbraio, lo staff di Euroverdebio offrirà alla clientela alcuni prodotti biologici in degustazione.
 
Euroverdebio
Sabato 6 Febbraio         Dalle 9.30 alle 20.00 orario continuato.
Domenica 7 Febbraio     Dalle 10.00 alle 19.00  orario continuato.
 
Orari di apertura:        Lunedì – sabato dalle 9.30 alle 20.00;
Domenica dalle 10.00 alle 19.00
 
Per informazioni: tel. 02 92151951; fax 02 92151967;  Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
 
 

Inaugurato a Brescia primo punto vendita di prodotti ‘alla spina’.

E’ stato inaugurato lo scorso 15 gennaio 2010 presso il supermercato Simply Sma di via San Bartolomeo a Brescia il primo punto vendita diprodotti alla spina (detersivi, frutta secca e caramelle). L’iniziativa è stata realizzata in collaborazione con due marchi della distribuzione organizzata, Coop e Simply Sma, che hanno già avviato l’attività di recupero del cibo invenduto da destinare a persone assistite dalle Onlus locali. La diffusione dei prodotti alla spina e il recupero del cibo invenduto rientrano tra le iniziative previste dal Piano di Azione per la Riduzione dei Rifiuti Urbani (Parr) in Regione Lombardia, avviate a Brescia, città pilota per queste iniziative.  Entro giugno prossimo sarà avviata a Brescia (in collaborazione con Aprica Spa e il Comune di Brescia) la vendita di prodotti alla spina presso la grande distribuzione organizzata, recupero cibo invenduto da destinare alle onlus locali, compostaggio domestico, farm delivery (abbonamento per spesa in cassetta di prodotti bio, stagionali e locali), pannolini lavabili per bambini, giornate del riuso dei rifiuti ingombranti. Dopo l’avvio del primo erogatore di prodotti alla spina nel supermercato di via San Bartolomeo, Simply Sma attiverà il servizio anche nel punto vendita di via Tirandi e successivamente nei supermercati di via Cefalonia, via Masaccio, via Giorgione (centro commerciale Margherita d’Este), via Vallecamonica (centro commerciale S. Anna) e via San Zeno. Coop Lombardia attiverà la vendita alla spina di detersivi dalla fine di febbraio nei due punti vendita di via Mantova e via Salgari. Le principali associazioni dei Consumatori supporteranno l’iniziativa nelle fasi di avvio con la presenza di corner informativi in loco e la distribuzione di contenitori per spingere i clienti alla ‘prima prova’. Finalmente una buona notizia per noi e l’ambiente.. non resta che augurarci che l’iniziativa si espanda a tutte le altre catene della Grande Distribuzione Organizzata e in tutto lo ‘Stivale’ da Nord a Sud fino alle Isole.
 
Spesaduepuntozero.it, 19 Gennaio 2010 
 

Ferrara, apre domani il terzo distributore di latte crudo

Il nuovo distributore di latte copre un’ altra parte della città e conferma l’impegno di Coldiretti e delle sue imprese per portare direttamente ai consumatori i prodotti del territorio attraverso filiere corte ed innovative. I cittadini sono invitati per una giornata in allegria con assaggi di prodotti agricoli, un piccolo rinfresco e degustazioni di vino della Cantina Zanatta.

I distributori di latte nel Comune di Ferrara diventano tre, con l’entrata in funzione del nuovo punto vendita in Via Comacchio 114.

E’ la riprova dell’impegno di Coldiretti e dei suoi soci nell’affrontare il tema delle produzioni locali e delle filiere tutte agricole, garantite dai produttori, che consentono di portare i prodotti del territorio, ricchi di qualità, controllati e sicuri direttamente dal campo alla tavola.

I vantaggi del latte crudo (ricco di proprietà in virtù della sua composizione ed integrità, salubre e controllato in ogni sua fase, dalla salute dei bovini, all’alimentazione, al trasporto, al corretto funzionamento del distributore automatico) sono sia di tipo salutistico che economico, che di semplicità e comodità di servizio con l’utilizzo di distributori automatici aperti 24 ore su 24, ogni giorno sempre al prezzo di 1 euro al litro.

Oltre al risparmio diretto c’è anche una riduzione dell’impatto ambientale, con la riduzione dei trasporti e delle materie di imballaggio dei contenitori,visto che è possibile e consigliabile utilizzare bottiglie in vetro riutilizzabili più volte.

Sabato 5 dicembre alle 10:30 alla presenza del Segretario di Zona di Ferrara, Thomas Serafini e del Vice Direttore di Coldiretti Ferrara, Riccardo Casotti, si taglierà il nastro del nuovo distributore, che copre una nuova zona della città di Ferrara dopo il distributore di Via Bologna 637 (nel parcheggio Coldiretti) e di via Modena , 11.

Il latte è fornito dall’azienda zootecnica di Moreno Frigati, con sede in Gallo di Poggio Renatico.

L’inaugurazione avviene in coincidenza con l’iniziativa della “cantina aperta” dell’azienda Zanatta, da anni attiva nella nostra città con ottimi vini trevigiani, che per l’occasione offrirà degustazioni ed assaggi per tutta la giornata. A tutti i consumatori presenti all’inaugurazione sarà dato in omaggio ½ litro di latte fresco.

 

Comunicato stampa Coldiretti Ferrara 

 

500.000 bottiglie di plastica risparmiate

La presidente della Regione, Mercedes Bresso, ha partecipato alla festa per le 500.000 bottiglie di plastica risparmiate con il progetto del detersivo alla spina, svoltasi il 27 novembre nell’Ipercoop di via Livorno a Torino nell’ambito della Settimana europea di riduzione dei rifiuti.

“Credo non sia esagerato - ha dichiarato Bresso mentre riempiva la sua bottiglia, regolarmente portata da casa - usare la parola eccezionale per definire il risultato ottenuto dal dicembre 2006 ad oggi con un progetto che è addirittura esemplare per comprendere le molte ragioni che ci hanno spinto a dare grande impulso alla green economy: risparmio per i cittadini, tutela dell'ambiente, effetto economico rpdotto dal risparmio di acqua ed energia che sarebbero stati utilizzati per la fabbricazione di imballaggi in cartone e Hdpe”.

“Ma, come sempre, non guardiamo solo al risultato ottenuto - ha aggiunto - bensì alla prospettiva futura: continua a crescere l'adesione e ci impegneremo ancora perché la cultura ambientale si diffonda sempre più capillarmente e ci permetta di proseguire sulla strada intrapresa per arrivare a nuovi posti di lavoro, tutela dell'ambiente e quindi della nostra salute”.

Sono già 45 le macchine di distribuzione alla spina di detersivi installate in altrettanti supermercati in tutte le province. “Il Piemonte - dice l’assessore all’Ambiente, Nicola de Ruggiero - è la prima Regione ad aver promosso questo sistema all’interno della grande distribuzione e ad oggi si contano diversi tentativi di imitazione da parte di altre realtà. Dal dicembre 2006 sono state risparmiate 551.000 bottiglie di plastica. Tradotto in parametri ambientali, significa che in atmosfera non sono state emesse 92,2 tonnellate di CO2 e si sono economizzati poco più di 1421 megawatts di energia elettrica e più di 33 tonnellate di plastica. Sono convinto che incentivando una politica di riduzione alla fonte dei rifiuti, importante alla stregua della raccolta differenziata e del recupero della materia, si possano raggiungere performance importanti, in ottica con le linee guida per la gestione dei rifiuti, varate a febbraio dalla Giunta regionale. Il successo del progetto è, in tal senso, un passo significativo. Per il cittadino, grazie ad una organizzazione produttiva diversa, si tratta di una trasformazione culturale che, intervenendo sulle azioni quotidiane e sugli stili di vita, rende la relazione uomo-ambiente più sostenibile”.

 

Regione Piemonte, 27 Novembre 2009

 

Massa Carrara, il miracolo del latte alla spina, oltre 300 litri al giorno

Il latte alla spina piace tanto, ma tanto, agli apuani. E' boom, e che boom, per il latte sfuso self-service. A parlare sono i numeri: oltre 300 litri di latte ogni giorno. Due rifornimenti quotidiani e file interminabili con qualche mugugno quando il latte manca. Dalle mamme con i passeggini all'anziano nostalgico del "vecchio" latte portato, un tempo, con i contenitori di latta a bordo di un motorino o sulle spalle come uno zaino di casa in casa, il latte alla spina conquista la città. E torna a far scoprire i sapori e i profumi veri. Quelli dei campi, del verde, delle mucche che pascolano libere.
Uno strumento per permette finalmente all'azienda agricola di Mariella Lenzetti che rifornisce il distributore installato alla rotonda di San Francesco (zona Misericordia) di continuare ad essere una dei principali riserve dell'agricoltura massese con un sogno nel cassetto: una fattoria didattica per far vedere, dal vero, senza schermi e senza restrizioni, come dal fieno il latte arriva nel loro bicchiere ogni mattina a colazione.
Il progetto, grazie alla collaborazione della Coldiretti Provinciale (www.massacarrara.coldiretti.it) e il Comune di Massa, è già in fase di studio. E sta progressivamente prendendo forma. L'obiettivo è far toccare con mano il miracolo del latte. Lo stesso miracolo che ha permesso, con un semplice e comune distributore, di far nuovamente innamorare il cittadino-consumatore del latte alla spina acquistandolo direttamente, senza intermediari, e soprattutto freschissimo (o ancora "caldo"), dall'allevatore.
Primo esperimento a livello provinciale, saranno complessivamente "tre i distributori sul territorio. A godere del latte sfuso saranno anche gli abitanti di Carrara e della Lunigiana" - ha annunciato Vincenzo Tongiani, Presidente Provinciale Coldiretti - progetti che rientrano nel progetto nazionale della nostra organizzazione per una filiera agricola tutta italiana. Presto nasceranno anche i mercati di "Campagna Amica", punti di vendita diretta dove poter acquistare le produzioni locali a km zero".
Un successo "inaspettato - come racconta Mariella Lenzetti, la titolare dell'azienda agricola che si è buttata in questa nuova avventura e che non manca di ringraziare il Sindaco di Massa, Roberto Pucci per la disponibilità - quando siamo partiti non ci aspettavano tutto questo lavoro. Invece, fortunatamente, siamo costretti agli straordinari e a rifornire il distributore due volte il giorno. Per noi è una fonte di reddito importante che ci permette di guardare al futuro con ottimismo. Voglio ringraziare tutti i cittadini che acquistano il latte e che spesso incontro durante i rifornimenti. C'è entusiasmo. Leggo la voglia di mangiare naturale. E' un piccolo grande miracolo questo soprattutto di questi tempi".
L'iniziativa, promossa da Coldiretti e dal Comune di Massa attraverso il progetto "filiera corta" della Regione Toscana in collaborazione con Provincia di Massa Carrara, Apa (l'associazione provinciale degli allevatori), Asl 1, è appena al suo terzo mese di vita (è stato inaugurato il 5 agosto) ma intorno al suo successo si sta costruendo un progetto più ampio: "Le finalità sono quelli di garantire la qualità e il risparmio al consumatore, e di consentire alle aziende agricole di integrare, con nuove forme, il loro reddito - spiega Francesco Ciarrocchi, Direttore Provinciale dell'organizzazione agricola - dopo questo passo vogliamo, in collaborazione con l'azienda agricola, costruire un percorso per le scuole apuane. Portarle dentro la fattoria a vedere le mucche certo e a capire come funzionano i ritmi e i tempi del lavoro in agricoltura, ma prima di tutto a capire perché il latte che bevono ogni mattina è diverso. E' naturale. Partire dai bambini per costruire il cittadino-consumatore di domani".

 

Pagina 8 di 13

Articoli correlati

I distributori di prodotti sfusi

Contenitore a gravità per cibo secco

 

Contenitore a paletta per cibo secco

 

Distributore per vino alla spina

 

Ecobox per detersivi alla spina


 

 

 

 

 

Impianto acqua alla spina

Sondaggio

Quali prodotti alla spina acquisti più di frequente?
 

Comprare sfuso...

Comprare sfuso permette un risparmio economico, di risorse e per l'ambiente.

 

Per il consumatore

- igiene e sicurezza

- possibilità di provare e mischiare più prodotti

- possibilità di vedere costantemente qualità ed integrità del prodotto

- ecosostenibilità (riduzione rifiuti e packaging)

- comodità e libertà di acquisto (possibilità di acquistare la quantità desiderata)

 

Per il venditore

- margine di guadagno più elevato (40-50%)

- ecocompatibilità

- rotazione dello stock

- ordine e grande assortimento dei materiali

- vendita di più prodotti in poco spazio

- merchandising (più prodotti a vista d'occhio)

 

 

Per l'ambiente

- mancanza di confezione

- riciclo dei contenitori

- riduzione dei costi di trasporto - filiera corta

 

 


Questo sito web utilizza cookie. Continuando la navigazione accetto la Policy sui cookie. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information