DistributoriallaSpina.it: inquino meno, risparmio di più

HomeDetersivi ”alla spina”, pasta e riso sfusi: così si evita il packaging

Detersivi ”alla spina”, pasta e riso sfusi: così si evita il packaging

Detersivi “alla spina”, pasta o riso sfusi, bottiglie d’acqua con vuoto a rendere, prodotti senza imballaggio o con confezioni biodegradabili. D’ora in avanti, a Parma, facendo la spesa al supermercato si può dare una mano all’ambiente, evitando packaging, sacchetti o bottiglie di plastica. Il progetto è stato sottoscritto dalla Provincia di Parma e da tre delle più importanti catene della grande distribuzione italiana, che nel territorio di Parma coprono il 67% dei punti vendita presenti: Coop Nordest, Conad Centro Nord e Gruppo Realco (Sigma).

L’obiettivo è di ridurre il peso dei rifiuti sull’ambiente, cercando di andare a incidere là dove avviene la produzione. L’accordo stabilisce alcuni obiettivi e  buone pratiche ambientali. Tra le azioni di riduzione dei rifiuti, i punti vendita possono decidere di vendere detersivo o altri prodotti alla spina, acqua o altre bevande con vuoto a rendere, prodotti sfusi come pasta, riso, cereali o frutta secca in specifici “Ecopunti” segnalati all’interno dei supermercati, pannolini riutilizzabili.

E ancora, sono previste azioni per ridurre gli imballaggi al banco del fresco e per recuperare l’invenduto attraverso l’adesione a circuiti solidaristici del tipo last-minute market (recupero di alimenti in fase di scadenza) o l’accordo, ad esempio, con i canili. Tra le buone pratiche ambientali, invece, rientrano azioni per introdurre nuove raccolte differenziate, imballaggi biodegradabili, prodotti biologici o locali da filiera corta all’interno dei punti vendita. Vengono inoltre promosse azioni per il risparmio energetico e l’utilizzo di fonti rinnovabili (come il solare termico o il fotovoltaico) e per scegliere l’acqua imbottigliata da fonti regionali o di province vicine.

“È un accordo – sottolinea il presidente della Provincia, Vincenzo Bernazzoli – che costituisce un’ulteriore testimonianza dell’impegno della Provincia sul tema della riduzione dei rifiuti. Stiamo completando gli obiettivi che ci eravamo posti a inizio mandato: l’aumento della raccolta differenziata, la creazione di un impianto di smaltimento e la diminuzione dei rifiuti, quest’ultima resa possibile proprio grazie a questo accordo. Il protocollo ha anche un’importante funzione educativa, mettendo tra le azioni previste anche buone pratiche che aiuteranno i cittadini a prendere maggiore consapevolezza che la riduzione dei rifiuti passa anche attraverso le loro scelte e i loro comportamenti”.

Il protocollo ha una struttura libera: ognuno, a partire dalla propria organizzazione e dalle proprie esigenze, può rispondere all’obiettivo nel modo migliore, basta che metta in pratica alcune delle azioni virtuose previste dal protocollo in uno o più punti vendita della provincia. “Daremo tutto il nostro impegno per cercare di mettere in atto nei nostri punti vendita tutte le azioni previste dall’accordo perché crediamo siano utili e valide - precisa il direttore Commerciale di Conad Centro Nord Lilliano Boni – . Naturalmente è una sfida che va giocata a 360 gradi non solo da noi, ma anche coinvolgendo i produttori che devono darci prodotti che abbiano un  basso impatto ambientale”.

La sperimentazione inizierà da settembre con azioni che saranno implementate nei punti vendita. I risultati saranno monitorati ogni anno e pubblicati sul sito web della Provincia e dell’Osservatorio rifiuti. “In questo modo – ha spiegato l’assessore all’ambiente Giancarlo Castellani – potremo seguire passo passo le azioni che verranno messe in atto in ogni punto vendita. Un monitoraggio utile in primo luogo per i cittadini che avranno una mappa dei luoghi dove poter comprare prodotti ecologici, e poi anche per le altre organizzazioni della grande distribuzione che potranno vedere i risultati del protocollo ed eventualmente decidere di partecipare a loro volta

 

affaritaliani.it,  2 Agosto 2008
http://www.affaritaliani.it/economia/eco-spesa-detersivi-alla-spina290708_pg_1.html
 
Share |

I distributori di prodotti sfusi

Contenitore a gravità per cibo secco

 

Contenitore a paletta per cibo secco

 

Distributore per vino alla spina

 

Ecobox per detersivi alla spina


 

 

 

 

 

Impianto acqua alla spina

Sondaggio

Quali prodotti alla spina acquisti più di frequente?
 

Comprare sfuso...

Comprare sfuso permette un risparmio economico, di risorse e per l'ambiente.

 

Per il consumatore

- igiene e sicurezza

- possibilità di provare e mischiare più prodotti

- possibilità di vedere costantemente qualità ed integrità del prodotto

- ecosostenibilità (riduzione rifiuti e packaging)

- comodità e libertà di acquisto (possibilità di acquistare la quantità desiderata)

 

Per il venditore

- margine di guadagno più elevato (40-50%)

- ecocompatibilità

- rotazione dello stock

- ordine e grande assortimento dei materiali

- vendita di più prodotti in poco spazio

- merchandising (più prodotti a vista d'occhio)

 

 

Per l'ambiente

- mancanza di confezione

- riciclo dei contenitori

- riduzione dei costi di trasporto - filiera corta

 

 


Questo sito web utilizza cookie. Continuando la navigazione accetto la Policy sui cookie. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information