DistributoriallaSpina.it: inquino meno, risparmio di più

Home

Ordinanza del Ministero della Salute sulla procedura e vendita del latte crudo

 

Si segnala che con l’ordinanza del Ministero della Salute sulla procedura e vendita del latte crudo (G.U. del 15.1.2011), viene introdotto l’obbligo di pastorizzazione anche del latte crudo utilizzato per la preparazione di gelati, in quanto, se non sottoposto ad adeguato trattamento termico, comporta per la salute del consumatore i medesimi rischi connessi alla sua assunzione diretta.

 

Pertanto all’Ordinanza del 2008 vengono aggiunte le seguenti disposizioni:

 

  • è vietata la produzione di gelati con latte crudo, in imprese registrate ai sensi del regolamento (CE) 582/2004, anche qualora si riforniscano di latte crudo direttamente dal produttore primario;
  • l’operatore del settore alimentare delle imprese che producono gelati con latte crudo ha l’obbligo di sottoporre a pastorizzazione il latte crudo utilizzato per la preparazione degli stessi gelati.
Si ricorda che ai tutela dei consumatori e degli allevatori, con ordinanza del Ministero della Salute del 10 dicembre 2008 si ha l'obbligo di riportare sulle macchinette erogatrici e sulle bottiglie l’indicazione che il latte deve essere consumato previa bollitura.
Il latte crudo, infatti, se non bollito e se proveniente da animali contaminati, può trasmettere l'Escherichia coli, un batterio che soprattutto nei bambini può avere gravi effetti, come la sindrome emolitica uremica.
La data di scadenza del latte crudo non potrà essere superiore ai tre giorni; presso i distributori automatici, inoltre, non dovranno più essere presenti i bicchieri che potrebbero indurre i consumatori a bere il latte senza averlo prima bollito.

 

 

 
Share |

Contenitore a gravità per cibo secco

 

Contenitore a paletta per cibo secco

 

Distributore per vino alla spina

 

Impianto acqua alla spina

Comprare sfuso...

Comprare sfuso permette un risparmio economico, di risorse e per l'ambiente.

 

Per il consumatore

- igiene e sicurezza

- possibilità di provare e mischiare più prodotti

- possibilità di vedere costantemente qualità ed integrità del prodotto

- ecosostenibilità (riduzione rifiuti e packaging)

- comodità e libertà di acquisto (possibilità di acquistare la quantità desiderata)

 

Per i negozi

- margine di guadagno più elevato (40-50%)

- ecocompatibilità

- rotazione dello stock

- ordine e grande assortimento dei materiali

- vendita di più prodotti in poco spazio

- merchandising (più prodotti a vista d'occhio)

 

 

Per l'ambiente

- mancanza di confezione

- riciclo dei contenitori

- riduzione dei costi di trasporto - filiera corta